ottimizzazione

ottimizzazione velocità pagina
Come rendere il sito più veloce

Quali sono i vantaggi di accelerare un sito web?
Una ricerca condotta da Akamai ha rilevato che il 47% delle persone si aspetta che una pagina web venga caricata in meno di due secondi e che il 40% delle persone abbandonerà una pagina Web se impiegherà più di tre secondi per caricarsi.

Uno studio del 2010 di Gomez, intitolato "Perché le prestazioni web contano: il tuo sito guida i clienti a distanza?", Che ha intervistato 1.500 consumatori su come le prestazioni del sito web incidono sulla loro esperienza di acquisto, ha rivelato le seguenti intuizioni:

Un aumento del tempo di caricamento del sito web da 2 a 10 secondi ha aumentato il tasso di abbandono della pagina del 38%.



Per ovviare a questi problemi elenchiamo alcuni step da tenere in mente per velocizzare il tuo sito web:

1. Rimuovere plugin e componenti aggiuntivi non necessari in casi si utilizza un cms.

Plugin e componenti aggiuntivi non necessari possono ridurre la velocità del tuo sito web di molto, ed è particolarmente importante prestare attenzione ad essi se usi CMS di blogging come WordPress, Joomla o Drupal.

È molto importante notare che non si tratta solo del numero di plug-in installati sul tuo sito Web, ma anche della qualità; un sito Web con 50 plug-in può caricare molto più velocemente di un sito Web con 10 plug-in se il sito Web con un minor numero di plug-in ha plug-in scadenti; in generale, si desidera evitare plug-in che caricano un sacco di script e stili, plug-in che eseguono molte richieste e plug-in remoti che aggiungono query di database aggiuntive a ogni pagina del sito Web.

Infatti, i plug-in aiutano a migliorare le funzionalità del tuo sito Web, ma è anche importante utilizzare un plugin solo se sei convinto che sia assolutamente necessario.

Se sei un utente di WordPress, potresti voler installare P3 (Plugin Performance Profiler);

P3_performance

Questo plug-in eseguirà la scansione di tutti i plug-in di WordPress per trovare i colli di bottiglia e fornirà un report in modo da poter vedere come ciascun plug-in influisce sulle prestazioni del tuo sito web.


1. Abilita le intestazioni di scadenze. Esistono diversi fattori che influenzano la velocità di un sito Web, ma il tempo di risposta del server contribuisce notevolmente alla velocità del sito; più richieste vengono fatte al tuo server, più lento sarà il caricamento del tuo sito web. Acquisisce le intestazioni al browser del tuo visitatore quando richiede alcuni file dal tuo server o dalla cache del browser; se Expires Headers è configurato in modo che il browser del visitatore richieda un file solo una volta al mese e tale file sia stato memorizzato nella cache da una visita recente, il browser non richiederà più tale file fino a un mese. Questa è come un'arma a doppio taglio per aumentare la velocità del sito perché limita il numero di richieste HTTP sul server e allo stesso tempo riduce il carico sul server poiché lo stesso file non verrà richiesto ripetutamente.  

2. Abilitare il Http Caching. garantisce un'esperienza molto più rapida per gli utenti del tuo sito web che eviteranno la richiesta al server per una versione statica del tua pagina Web memorizzata sul browser ed inviata dal server. Chiaramente ci sono altri tipi di caching da tenere in mente, come il server side caching(page caching) e il query caching dove rispettivamente la pagina viene memorizzata dal server sul filesystem del server come contenuto statico e richiamata direttamente o dal server database come risposta alla richiesta di una query.

Ovviamente quanto il cache è abilitato sul browser la pagina verrà memorizzata sul browser e quindi non verrà richiesta al server se non dopo la scadenza indicata dall'Expires Headers o dalle condizioni impostate.  Se stai utilizzando WordPress, puoi installare i seguenti plugin: W3 Total Cache,W3 Super Cache ed altri ancora. Se vuoi qualcosa di più avanzato, vai avanti e acquista WP Rocket (probabilmente è il migliore!). Per Drupal, puoi seguire questa risorsa.Qui ci sono più tutorial su come abilitare la cache per il tuo sito web. 

3. Usa una Content Delivery Network (CDN). La maggior parte dei siti sono ospitati su server negli Stati Uniti, e mentre questi siti generalmente saranno più veloci per le persone negli Stati Uniti o le persone che visitano con un servizio VPN degli Stati Uniti, il tuo sito Web sarà più lento per le persone provenienti da altre parti del mondo. Un CDN risolve questo problema distribuendo i file del tuo sito web attraverso una rete di server in diverse parti del mondo, in modo che qualcuno che cerca di visitare l'India venga servito da un server in Asia anziché da un server in Europa. Ciò determinerà un aumento significativo della velocità del tuo sito Web. Per determinare l'efficacia dei CDN, Matthew Woodward ha condotto un esperimento e ha scoperto che l'utilizzo di una CDN può aumentare la velocità del sito web fino al 60%. Ecco alcune delle migliori opzioni CDN per te : CloudflareKeyCDN.

4. Hosting. Fai una cernita degli hosting più prestazionali ed ottimizzati per la piattaforma che stai utiizzando. 

5. Il tema. Il tema influisce e soprattuto l'area definita come above the fold. Il caricamento di quest'area, la prima area che viene visualizzata al momento del caricamento della pagina, è fondamentale perchè la percezione di un sito lento è dovuto al caricamento ritardato di quest'area. il caricamento di quest'area è influenzata dal numero di richieste http delle risorse generate in questa area, ecco perchè le risorse javascript vanno preferibilmente piazzate al livello della regione footer della pagina. La minimificazione delle risorse e il compattamento hanno anche la funzione di ridurre il tempo di caricamento di questa area. 

6. Ottimizza e riduci le dimensioni dell'immagine. Le immagini ottimizzate per l'ottimizzazione delle immagini possono essere molto pesanti e, di conseguenza, utilizzano molte risorse del server e richiedono più tempo per essere caricate; se la dimensione media delle immagini sul tuo sito web è 1mb o 2mb +, hai un lavoro serio da fare. Puoi ridurre in modo significativo la dimensione della tua immagine e assicurarti che la sua qualità non sia influenzata negativamente utilizzando i seguenti strumenti: WP Smush (per utenti di WordPress) EWWW Image Optimizer (per utenti di WordPress) Kraken (per tutti - Drupal e Joomla)

7. Abilita compressione Gzip. Probabilmente hai provato a comprimere un file sul tuo computer e hai visto quale enorme riduzione di dimensioni può comportare; un file da 60 MB può essere compresso a soli 5 MB. La compressione Gzip funziona allo stesso modo, ma per i siti Web; Gzip comprime automaticamente i file del tuo sito web in file zip, riducendo drasticamente la dimensione dei tuoi file e aumentando la velocità del tuo sito. 

8. Ottimizza regolarmente il tuo database. Questo è un modo spesso ignorato ma molto potente per aumentare la velocità del tuo sito web; è particolarmente efficace se si utilizza WordPress o qualsiasi CMS che si basa molto sull'utilizzo del database. Alcuni CMS e i plug-in che si installano fanno molto affidamento sul proprio database per salvare i dati; questo aumenta i dati memorizzati nel tuo database mentre usi il CMS / plugin, rendendo il tuo sito web gradualmente più lento. Questo vale soprattutto per i plugin che salvano registri, statistiche e dati utente. Si applica anche se usi WordPress e abiliti post revisioni, pingback e trackback. Puoi rendere il tuo sito web molto più veloce pulendo regolarmente il tuo database, un processo che può essere automatizzato con il plugin WP-Optimize se usi WordPress.

9. Minimizza file JavaScript e Css. Se il tuo sito web utilizza molti file JavaScript e CSS, è molto probabile che il tuo sito stia dicendo al browser del tuo visitatore di trattare questi file individualmente; questo porta a un sacco di richieste che alla fine incidono negativamente sulla velocità del tuo sito. Minimizzare i file JavaScript e CSS riduce il numero di singoli file JavaScript e CSS, disponendoli in un'unica posizione, migliorando così in modo significativo la velocità del tuo sito web.

10. Combina le tue immagini di sfondo in sprite di immagini. Più richieste devono essere fatte dal tuo browser al server, più lento sarà il tuo sito web per quell'utente; la maggior parte dei modelli di siti Web è composta da più immagini di sfondo e questo finisce per creare diverse richieste ogni volta che il visitatore tenta di caricare il sito web. La soluzione è combinare queste immagini in una sola, in modo che il browser di un visitatore debba solo richiedere un'immagine quando prova a caricare il tuo sito web; questo può essere ottenuto con l'immagine Sprites. Combinando le immagini di sfondo negli sprite delle immagini, sarete in grado di ridurre il sovraccarico della richiesta, il numero di byte scaricati dal browser del visitatore e il ritardo causato dai roundtrip effettuati quando il vostro server sta scaricando altre risorse. Questo porterà ad un sito web molto più veloce. Puoi usare SpriteMe per combinare le tue immagini in sprite.

11. Abilita keep-alive HTTP. Spesso quando il browser Web di un visitatore tenta di richiedere un file dal server Web, acquisisce ciascun file singolarmente; in altre parole, una connessione si chiude quando un file è stato acquisito e quindi si riapre per richiedere un nuovo file. Questo utilizza più processore, rete e memoria e alla fine porta a un sito Web più lento se c'è molto carico sul server. L'abilitazione di keep-alive HTTP garantisce che tutte le richieste di file al server vengano eseguite tramite una singola connessione aperta, portando a un sito Web molto più veloce per gli utenti limitando il numero di connessioni al server. È possibile abilitare keep-alive copiando e incollando il codice sottostante nel file .htaccess:
Header set Connection keep-alive

12. Correggere tutti i collegamenti interrotti sul l tuo sito web. Se i collegamenti interrotti all'interno dei tuoi contenuti non influiscono sulla velocità del tuo sito web, anche se possono creare un'esperienza utente negativa, i link non funzionanti nei tuoi JavaScript, CSS e Image URL possono rallentare il tuo sito web in modo irritante; assicurati di analizzare questi aspetti del tuo sito web per i link non funzionanti e risolverli prima che inviino gli utenti.

13. Evita Image Hotlinking. Image hotlinking, noto anche come "linking inline" è l'atto di collegamento a un'immagine sul sito web di un'altra persona, invece di caricare l'immagine sul tuo server. In apparenza, questo sembra un atto che ti farà risparmiare molta larghezza di banda, specialmente se hai un sito ad alto traffico, ma può effettivamente rallentare il tuo sito web se il sito web che ospita l'immagine che hai hotlink sta vivendo un tempo di inattività o è lento. Se si tratta di immagini all'interno dei tuoi contenuti o di immagini banner per i tuoi annunci, assicurati di ospitare prima le immagini sul tuo sito web prima di collegarti a loro.

14. Limitare il numero di richieste esterne. Per garantire un sito web completamente funzionale, è necessario affidarsi a file e risorse di altri siti Web; di conseguenza, devi incorporare video, presentazioni e altri file multimediali. Anche se questo non è necessariamente negativo, se è troppo o se stai richiedendo file esterni da siti Web lenti, può avere un impatto sul tempo di caricamento del tuo sito. Cerca di limitare il numero di richieste esterne che il tuo sito web farà; se possibile, ospita quanti più file puoi sul tuo server. Per altri file, solo lasciare che il tuo sito Web li richieda da siti Web molto affidabili.

15. Utilizzare PHP Accelerator. PHP riduce la necessità di continuare a inserire sempre le stesse informazioni sul tuo sito Web, ma può aumentare il tempo di caricamento del tuo sito web. Puoi provare a sostituire i file PHP con file HTML statici quando possibile, oppure puoi utilizzare un acceleratore PHP per rendere il tuo sito molto più veloce se si basa molto su PHP.

16. Impedire agli altri di collegarsi hotlink alle immagini. Proprio come è importante evitare di collegare a caldo le immagini di altre persone, si dovrebbe anche impedire ad altri di collegarsi hotlink alle proprie immagini. Quando le persone collegano le immagini hotlink, stanno praticamente rubando la larghezza di banda dal momento in cui verrà fatta una richiesta al server ogni volta che i loro lettori cercano di visualizzare le immagini sul loro sito web. Puoi impedire ciò disabilitando il collegamento in hot-linking delle immagini ospitate sul tuo server.

Test di velocità: Esistono diversi strumenti online per testare la velocità e la possibilità di ottimizzare il sito in tal senso. Pingdom: con questo strumento, dovresti mirare a ottenere un tempo di caricamento del sito ridotto e richieste di un numero ridotto di server. Questo strumento confronta anche la velocità del tuo sito web con altri siti online.
GTMetrix: questo strumento analizza la velocità del tuo sito web utilizzando Google Pagespeed Insights e Yslow e ti offre una valutazione da A a F. Offre anche suggerimenti per il miglioramento.